CUERDA SECA

Aperte le iscrizioni al corso di Cuerda Seca
Venerdì  25 –  Sabato 26  – Domenica 27 Maggio 2018

Altro esempio di soggetto che si può ottenere con la tecnica della Corda Secca

Corso di Cuerda Seca su argille porose (terra rossa, terraglia) e compatte (gres e porcellana) a cura di Valeria Vestrelli.

 

Valeria Vestrelli è una giovane ceramista di Umbertide, laureata in Storia dell’Arte e formatasi nell’ambito ceramico-artistico come autodidatta.

Tra le varie tecniche sperimentate nel corso del tempo, si è appassionata in particolar modo all’antico metodo di decorazione ceramica denominato Cuerda Seca (o Corda Secca).

Il corso riguarderà l’apprendimento pratico e teorico  di questa affascinante tecnica di origine ispano-moresca.

Si tratta di un metodo molto particolare di decorazione della terracotta, introdotto in Spagna dagli arabi intorno al XV secolo.

Il nome corda deve la sua origine al procedimento decorativo che, anticamente, consisteva nel delimitare il disegno grazie all’applicazione, lungo tutto il suo profilo, di una vera e propria cordicella imbevuta di pece.

Eseguita questa prima fase, si passava poi a riempire queste ‘zone circoscritte’ con smalti dati a forte spessore.

Cuerda secca corso di ceramica

Cuerda Seca: Disegno veloce tracciato con la matita su supporto biscottato

In cottura (950° circa) la corda bruciava, lasciando una linea nera e polverosa (secca per l’appunto) a delimitare le aree di colore. Gli smalti, fondendo, si distribuivano così entro questi ‘argini’, senza mescolarsi tra loro e dando luogo a splendidi disegni geometrici o figurativi dal forte effetto a rilievo e dalle luminose tonalità.

Cuerda secca corso di ceramica

Cuerda Seca: In alternativa: disegno riportato sul biscotto con la tecnica della ‘spolvero’

Per questa difficoltà tecnica a ‘disegnare con lo spago’ i decori avevano, anticamente, forme molto semplici e sintetiche.

Oggi la corda è stata sostituita da un composto di manganese e sostanze grasse che permette di tracciare agevolmente i margini per mezzo di un pennello, ottenendo così anche disegni più elaborati.

Cuerda secca, corso di ceramica

Cuerda Seca: si ripassa il nostro disegno servendoci di un sottile pennello intinto in un composto di manganese e sostanze grasse (olio)

È in tal maniera che, partendo dalle forme essenziali e dal numero limitato di colori caratterizzanti le piastrelle delle origini, si è arrivati alla produzione di interi murales e di motivi ornamentali le cui forme chiuse e ben delineate da un tratto spesso danno un effetto che ricorda le meravigliose vetrate Art Deco di Tiffany.

Cuerda Seca: si passa poi a riempire con smalti colorati queste ‘zone’ (o campiture) circoscritte dalla linea nera

 

Cuerda secca Deruta, corso di ceramica

Cuerda seca: La mattonella terminata deve essere cotta. I colori ora appaiono molto tenui

 

Cuerda Seca: La nostra mattonella dopo la cottura a 950° appare nei suoi colori vividi e splendenti!

 

Corda Secca: Affinando via via la tecnica si possono creare decori sempre più complessi e ricchi di dettagli

 

 

In sintesi il programma delle 3 giornate:

1° giorno (dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18:00): Lezione teorica sulla tecnica della Cuerda Seca e inizio del lavoro sulle mattonelle (disegno, spolvero, ripasso a pennello etc.)

2° giorno (dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18:00):Lavoro sui pezzi, rifinitura e cottura

3° giorno (dalle 9:00 alle 12:00): Analisi critica dei manufatti realizzati, effetti e difetti, consigli tecnici. Consegna dei diplomi.

 

Tutti i manufatti realizzati saranno di proprietà del corsista, cui verrà riconosciuto un attestato di frequenza.

 

La Scuola a mette a disposizione tutto il materiale necessario per lo svolgimento del corso (argille, ossidi, smalti, cotture, etc.).

 

Per ulteriori informazioni vi preghiamo di contattarci via e-mail o telefonandoci al 075.97.23.83

Le iscrizioni al corso chiudono lunedì 14 maggio 2018

costo del corso 250 euro
(materiali e attrezzature incluse nel prezzo)

 

News


  • Versando Torgiano

    Quando la ceramica incontra i prodotti della Terra. Il Comune di Torgiano strategicamente posto alla confluenza del fiume Chiascio e del Tevere è sin dall’antichità un territorio votato sia alla ceramica che all’agricoltura. Grazie ad un terreno argilloso e alla

  • Evolution 16.9 a Tecnargilla 2016

    Il MIC in mostra a Tecnargilla 2016 Dal 26 a 30 settembre saranno in esposizione a Rimini diverse opere della collezione del Premio Faenza che raccontano 30 anni di storia della ceramica d’arte Tecnargilla, la più importante fiera al mondo

  • Opera in Maiolica per Ambasciata USA a Roma.

    Notizie dalla Provincia di Perugia Perugia, 5 luglio ‘16 Deruta – Dalla Scuola d’Arte Ceramica Ranieri una maiolica per l’ambasciatore americano L’opera realizzata da Nicola Boccini per Villa Taverna. Il 6 luglio l’inaugurazione a Roma Deruta, 5 luglio ’16 –

  • luce4good

    Il mecenatismo di QVC Italia si rinnova con la mostra Luce4Good – Light Art Ensemble 2015, la luce come progetto di vita a sostegno di Fondazione Umberto Veronesi per il progetto Pink is Good  Dal 10 al 20 dicembre 2015

  • Dire Fare e Baciare

    DIRE, FARE, BACIARE – Villaggio dell’artigianato tipico locale 2/3/4 OTTOBRE 2015_Programma Venerdì 2 16:00 – 21:00 Apertura mostra mercato 17:30 / 18:30 Spettacolo di canti e balli tradizionali itinerante a cura del Gruppo Folkloristico “Agilla e Trasimeno” Sabato 3 10:00