Ossido rame nero e fritta

Smalti teneri o duri, colori, ossidi, fondenti, quale tecnica usare.
Soft glaze, hard glaze, oxide, pigment, flux.

Moderators: agape, fantastici

Post Reply
valpa
Posts: 5
Joined: 12 Sep 2010, 20:11
Location: Robassomero (TO)
Contact:

Ossido rame nero e fritta

Post by valpa » 28 Feb 2015, 16:19

Buongiorno,
fino a poco tempo fa usavo la fritta FFA5 della Colorobbia e con percentuali di OxCu
superiori al 4% gli smalti ottenuti in cottura ossidante assumevano toni verdi.
Ora purtroppo la FFA5 non viene più fornita, è stata sostituita dalla VSA7036 che mi dicono dalla Colorobbia essere uguale alla precedente.
Ovviamente così non è; rifacendo i test anche a percentuali superiori al 4% di OxCu
il colore ottenuto è sempre turchese più o meno intenso.
Immagino sia dovuto alla maggiore alcalinità di questa seconda fritta. Vi chiedo cortesemente dei suggerimenti per poter ottenere gli effetti precedenti.

Grazie Valpa

User avatar
argilla
Posts: 81
Joined: 26 Sep 2007, 12:10

Re: Ossido rame nero e fritta

Post by argilla » 01 Mar 2015, 09:59

Ciao Valpa,
si il color turchese è dovuto alla parte alcalina sulla fritta.
Però non ho capito perchè usi una fritta e non un cristallina, della Colorobbia uso la cla 2 e cla 3 (cristalline stabili) con 5% di colore verde ramina è ho ottimi risultati.
Comunque dobbiamo chiedere a Claybond che sul raku si intende.
Spero di esserti stata utile.
Ciao Argilla

valpa
Posts: 5
Joined: 12 Sep 2010, 20:11
Location: Robassomero (TO)
Contact:

Re: Ossido rame nero e fritta

Post by valpa » 01 Mar 2015, 10:32

Ciao Argilla,
grazie per l'attenzione. Dunque perdona l'ignoranza ma considero fritta e cristallina quasi sinonimi, almeno dal punto di vista del risultato finale. Usavo la ffa5 solo per comodità di fornitura. Devo aggiungere inoltre che anche un test sulla Ceradel fritt 3110 dà sempre il turchese. Mi chiedevo se potevo aggiungere qualcosa per poter rendere "meno alcalina" la fritta o cristallina e ri-ottenere i verdi.

Ciao Valpa

Post Reply